Gape Due ha festeggiato i cinquant’anni di attività

Gape Due ha festeggiato i cinquant’anni di attività
Senza categoria

Gape Due ha festeggiato i cinquant’anni di attività

Cinquant’anni di attività, sempre a Sassuolo, sempre con lo stesso titolare e fondatore. L’altra sera Gape Due, azienda che rappresenta un punto di riferimento nel settore degli stampi ceramici, ha festeggiato il suo cinquantenario presso il ristorante Vinicio di Modena. Sono anche i cinquant’anni di vita imprenditoriale del suo presidente, Michele Gatti, fondatore e ancora al timone ora insieme al figlio Stefano, alla figlia Valeria e al genero Vanis, di un’azienda che ha contribuito a fare la storia della ceramica e che è nata e cresciuta dall’intraprendenza di una persona, come in tanti altri casi storici del comprensorio sassolese.

Michele Gatti ha cominciato da un garage, dopo una scuola professionale e qualche anno di esperienza alla Marazzi. Adesso ha un’azienda con numerosi dipendenti, due stabilimenti e un settore ricerca e sviluppo che ha saputo inserirsi nel programma dei fondi per l’Industria 4.0, dando vita a una nuova rivoluzione rappresentata dallo “stampo intelligente”. Quattrocento invitati da tutto il mondo, in particolare clienti e amici, hanno preso parte alla cena e hanno assistito ai discorsi del fondatore e di diverse persone intervenute, tra cui il presidente di Acimac Paolo Sassi e il vicesindaco di Sassuolo Maria Savigni, che a nome dell’amministrazione e della città ha consegnato una pergamena di auguri e ringraziamenti a Michele Gatti, per quanto ha fatto da imprenditore per l’economia, il lavoro e lo sviluppo della città.

«Voglio ringraziare soprattutto i nostri clienti – ha detto Michele Gatti – che erano con noi dagli inizi, lo sono oggi e spero lo saranno domani. Senza di voi non ce l’avremmo fatta e speriamo di avere dato anche noi un piccolo contributo ai vostri successi».